CACER | Gruppi di Autoconsumo

CACER | Gruppi di Autoconsumo

CACER, Configurazioni di autoconsumo per la condivisione di energia rinnovabile

ECOndominio ha il piacere di sottoporre un nuovo servizio GREEN tra le numerose attività delle quali si occupa: la costituzione di Cacer per il Condominio.

A seguito della Direttiva Europea Case Green e alle successive disposizioni del GSE, possiamo offrire un servizio economicamente vantaggioso che ben si inserisce nella Riqualificazione energetico-strutturale che realizziamo da oltre vent’anni. Qui di seguito riportiamo un riassunto dell’evoluzione normativa.

CACER | EVOLUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO E REGOLATORIO

CACER - normativa

Di cosa si tratta?

In poche parole, da oggi ECOndominio si occupa di supportare ed affiancare l’Amministratore Condominiale ed i condòmini nella creazione di un Gruppo di Autoconsumo relativo al proprio condominio.

La richiesta della creazione di un Gruppo di Autoconsumo, che ogni condominio può presentare al GSE per avere le tariffe incentivanti e i benefici derivanti dal PNRR (quando previsti), è descritta nel Decreto CER del 7.12.2023 che ha visto, nei primi giorni di marzo 2024, la pubblicazione dei decreti attuativi.

Perché è conveniente per i condomìni?

Le CER sono le cosiddette Comunità Energetiche Rinnovabili alle quali ogni singolo cittadino può aderire per risparmiare.

I gruppi di Autoconsumo sono delle Particolari forme di CER che prevedono la costituzione di un soggetto giuridico, come ad esempio il condominio, e che possono autosostentarsi da un punto di vista energetico. I pannelli solari o l’impianto fotovoltaico, di fatto, alimentano non solo le parti comuni dell’edificio condominiale, ma anche tutte le abitazioni dei singoli condòmini senza la necessità di creare collegamenti diretti con l’impianto. Tutto funziona per via digitale ed è sufficiente fornire il codice POD del contatore, indicato anche in bolletta, per iniziare a risparmiare!

Il vantaggio per i condòmini è dato da 3 componenti:

  1. La tariffa incentivante per le unità facenti parte della comunità energetica: è riconosciuta dal GSE per 20 anni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, ed è compresa tra 60 euro/MWh e 120euro/MWh, in funzione della taglia dell’impianto e del valore di mercato dell’energia. Per gli impianti fotovoltaici è prevista una ulteriore maggiorazione fino a 10 euro/MWh in funzione della localizzazione geografica per le regioni del nord Italia.
  2. I condòmini potranno inoltre a beneficiare del risparmio di energia direttamente autoconsumata dal POD condominiale (a cui sono allacciate le utenze comuni) e premiata dal GSE con un corrispettivo che varia ogni anno in funzione dei corrispettivi determinati da ARERA per l’energia elettrica condivisa.
  3. Infine, la Valorizzazione dell’energia ceduta alla rete mediante il Ritiro Dedicato (RID) permette ai condòmini di ottenere una tariffa incentivante sull’energia prodotta ma non autoconsumata.

Tutto funziona per via digitale ed è sufficiente fornire il codice POD del contatore, indicato anche in bolletta, per iniziare a risparmiare!

I condomìni presenti nel Comune di Torino potranno avere una tariffa incentivante sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa per tutto il territorio nazionale. Tale tariffa è riconosciuta dal GSE per 20 anni dalla data di entrata in esercizio di ciascun impianto FER. La tariffa è compresa tra 60 euro/MWh e 120euro/MWh, in funzione della taglia dell’impianto e del valore di mercato dell’energia.

Per gli impianti fotovoltaici è prevista una ulteriore maggiorazione fino a 10 euro/MWh in funzione della localizzazione geografica.

L’8 aprile 2024 è stato aperto il portale sul sito del GSE per la registrazione delle Comunità Energetiche all’interno del quale è necessario indicare il numero identificativo dell’impianto e i POD ad esso collegati digitalmente.

Come funziona?

L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico viene in parte utilizzata dalle utenze condominiali e in parte immessa in rete. Le utenze private dei condòmini prelevano invece l’energia dalla rete che “restituisce” quanto prodotto dall’impianto condominiale, quindi si tratta di un Autoconsumo virtuale.

Cos’è l’autoconsumo virtuale?

Invece di sprecare l’energia in eccesso prodotta dai sistemi di generazione, l’autoconsumo virtuale consente di immagazzinare questa energia in una rete condivisa o, come nel caso di un condominio, di restituirla alla rete pubblica.

In pratica, quando un consumatore non utilizza tutta l’energia prodotta dall’impianto condominiale, l’elettricità in eccesso viene immessa in una sorta di “serbatoio” virtuale che può essere condiviso con gli altri condòmini della stessa CACER.

In questo modo, l’energia non viene persa, ma viene messa a disposizione e utilizzata da coloro che fanno parte del Gruppo di Autoconsumo.

Con report mensili, il GSE calcolerà l’energia prodotta e consumata dal Gruppo di Autoconsumo e di conseguenza calcolerà gli incentivi spettanti che verranno versati sul conto corrente del condominio.

/

Quanto costa?

Per ciascun kWh di energia elettrica autoconsumata viene riconosciuto dal GSE un corrispettivo unitario, definito contributo di valorizzazione, relativo alla tariffa di trasmissione a cui può aggiungersi un contributo relativo alle tariffe di distribuzione e alle perdite di rete.

I valori delle tariffe di trasmissione e distribuzione sono definiti annualmente da ARERA:

  • Trasmissione 10,57€/MWh
  • Distribuzione 0,65€MWh

L’ammortamento dell’acquisto dell’impianto sostenuto avviene in 10 anni dall’installazione, mentre a partire dall’11° anno, il condominio avrà solo benefici economici oltre ad un risparmio economico notevole. Il progetto, la posa ed il collaudo dell’impianto sono gestiti interamente da ECOndominio grazie in questi mesi, anche ai suoi partner, le ditte di installazione migliori presenti in Italia, ha acquisito tutte le conoscenze necessarie grazie ai corsi tenuti dal GSE.

Il nostro partner ECO Green Project ha inoltre già acquistato i software necessari ad ottenere le tariffe aggiornate da ARERA e per calcolare gli incentivi spettanti al condominio.

Per valutare la fattibilità del progetto dell’impianto fotovoltaico e la costituzione di un Gruppo di Autoconsumo, ECOndominio offre un sopralluogo ed uno Studio di Fattibilità gratuiti, basterà contattare il numero verde per avere subito un appuntamento con un nostro tecnico.

Cosa cambia nelle abitudini dei partecipanti a una CER?

I consumi delle singole utenze, fino ad oggi si concentrano nelle fasce serali e notturne per avere un forte risparmio economico in bolletta grazie alle migliori condizioni economiche delle fasce F2-F3.

Per sfruttare al meglio l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, le nostre abitudini dovranno cambiare. Per ottenere il maggior risparmio dovremo sfruttare le ore di luce per l’utilizzo degli elettrodomestici casalinghi, contrariamente a quanto fatto fino ad oggi.

Così facendo non solo sfrutteremo al meglio l’impianto fotovoltaico, ma otterremo il massimo beneficio dalla Tariffa Incentivante che ci premierà per l’energia autoconsumata dalla Comunità Energetica.

Per approfondire i testi delle leggi, vai alla pagina Leggi e Normative

Orari

Lun – Ven: 8.30 / 13 – 14 / 17.30
Sabato e domenica chiusi

Chiamaci

Nr. verde 800 170 007
Tel.  011 2204019

Scrivici

info@econdominio.eu
www.econdominio.eu

Sede Legale

TORINO
Lungo Dora Colletta 67

10153 Torino

Sede Operativa

TORINO
Corso Potenza 120/a
10149 Torino

Sede Amministrativa

TREVISO
Viale Venezia 59
31015 San Vendemiano – TV