SuperEcoBonus 110%
SUPER ECOBONUS 110%
A partire dal 1° Luglio 2020 efficientare il proprio stabile diventa ancora più conveniente, grazie al Super Bonus che porta le detrazioni fiscali fino al 110%.

Con l’uscita in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge n.34 del 19 maggio 2020, si sono finalmente concretizzati i pronostici in merito alle nuove disposizioni in materia di detrazioni fiscali al 110% per gli interventi di Efficientamento Energetico degli edifici.

Per ciò che riguarda gli stabili condominiali, la detrazione fiscale è applicabile alle spese documentate e sostenute dal 1° Luglio 2020 al 31 Dicembre 2021, per gli interventi di:

  • 1
    Isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali

    L’intervento è da intendersi applicabile a una superficie con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda.
    La detrazione copre un ammontare complessivo non superiore a 60 mila euro per ciascuna unità immobiliare. Vige l’obbligo, inoltre, pena la revoca della detrazione concessa, di impiegare unicamente materiali isolanti, che rispettino i criteri ambientali minimi. Riveste fondamentale importanza, dunque, la qualità delle opere effettuate.

  • 2
    Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

    Interventi sulle parti comuni che prevedono la sostituzione di impianti esistenti di climatizzazione invernale, con impianti centralizzati per il riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A. Le detrazioni sono calcolate su un ammontare massimo di spesa non superiore a 30 mila euro per unità immobiliare.
110%
Tale detrazione è applicabile anche a tutti gli altri interventi di efficientamento energetico, di cui all’art. 14 del decreto legge 63/2013, nei limiti di spesa, a patto che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi sopracitati.

Per poter avere accesso alla detrazione, tali interventi dovranno produrre un miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, oppure, se questo non fosse possibile, come nel caso di uno stabile già appartenente alla classe energetica B, dovranno determinare il conseguimento della classe energetica più alta.
NOVITÀ PER SCONTO IN FATTURA E CESSIONE DEL CREDITO
Coloro che sostengono entro dicembre 2021 tali spese potranno approfittare di due strumenti: lo sconto in fattura e la cessione del credito.

Una novità rispetto alla situazione precedente è determinata dalla tipologia degli interventi che oggi possono finalmente beneficiare di questi due vantaggiosi strumenti. All’articolo 121, comma 2 si specifica, infatti, che: “le disposizioni contenute nel presente articolo – sconto in fattura e cessione del credito – si applicano per le spese relative agli interventi di:

  • Recupero del patrimonio edilizio;
  • Efficienza Energetica
  • Adozione di misure antisismiche
  • Recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti
  • Installazione di impianti fotovoltaici
  • Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici


quando realizzati contestualmente ad interventi di efficientamento energetico che usufruiscono della detrazione del 110%.


Il contribuente per poter avere accesso a questi benefici è obbligato a richiedere ai soggetti coinvolti il visto di conformità, che attesta la sussistenza dei requisiti che danno diritto alla detrazione d’imposta. È inoltre obbligatorio che i tecnici competenti asseverino il rispetto dei requisiti previsti all’art. 14 del decreto-legge 63/2013 in materia di detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica e che ne diano copia all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA).



COME COGLIERE QUESTA OPPORTUNITÀ?
Certamente l’obiettivo del decreto è quello di incoraggiare l’esecuzione di interventi che possano innovare ed efficientare il patrimonio edilizio italiano.

Tuttavia, il decreto parla chiaro, tali opere non possono prescindere dall’essere eseguite a regola d’arte. Non sono pochi, infatti, i requisiti ai quali bisogna attenersi, affinchè il contribuente possa effettivamente beneficiare delle detrazioni tanto attese.

La soluzione per non avere sorprese è quella di affidarsi a professionisti competenti e con una consolidata esperienza nel settore.

Di fondamentale importanza è lo strumento della DIAGNOSI ENERGETICO STRUTTURALE, che permette di avere un quadro complessivo delle prestazioni energetiche dell’edificio allo stato di fatto e di proporre una soluzione completa e definitiva senza il rischio di tralasciare una o più problematiche.

ISCRIVI IL CONDOMINIO ALLA DIAGNOSI ENERGETICO-STRUTTURALE

Vuoi prenotare la DIAGNOSI ENERGETICO-STRUTTURALE per il tuo condomìnio o per i condomìnii che amministri?



LAVORA CON NOI