Bonus ristrutturazione: la proroga non è più scontata

Immagine in evidenza
8 Lug, 2024

Bonus ristrutturazione ed Ecobonus in scadenza a fine anno, chiamata finale per le detrazioni sui lavori in casa; la proroga non è più scontata.

I Bonus Ristrutturazioni edilizie, disciplinati dall’articolo 16-bis del Dpr 917/86 (Testo unico del 22_12_1986 n. 917 –) e l’Eco Bonus, la cui ultima disciplina è contenuta nel D.L. 11 novembre 2021, consistono in detrazioni dall’IRPEF “a regime” (cioè senza scadenza), da ripartire in 10 quote annuali di pari importo, del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo non superiore a 48.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Al momento, in virtù del regime speciale per ultimo prorogato dalla Legge di Bilancio 2022, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2024, il beneficio è elevato al 50% e il limite massimo di spesa è innalzato a 96.000 euro per unità immobiliare.

Se negli scorsi anni la proroga degli incentivi è stata di fatto scontata, e anticipata già nel DEF presentato ad aprile dai Governi che si sono succeduti, sul rinnovo per il 2025 pesano diverse incognite; il DEF “asciutto” presentato dal Governo non fornisce certezze, anzi.

Il D.L. 39/2024 (nella versione aggiornata al maxi-emendamento governativo, approvato il 16 maggio 2024) rivede percentuali, importi e scadenze del bonus ristrutturazioni.

Ecco quali sono le scadenze e come cambieranno le detrazioni:

  • fino al 31 dicembre 2024 la detrazione è del 50%
  • fino al 31 dicembre 2027 la detrazione sarà del 36%
  • dal 1° gennaio 2028 la detrazione sarà del 30%

Quindi, c’è tempo per approfittare delle massime detrazioni? Si, l’importante è effettuare il pagamento dell’intervento entro il 31 dicembre 2024.

.

Per una consulenza gratuita: 800.170.007 – info@econdominio.eu

.

Per approfondire:

Testo unico del 22_12_1986 n. 917 –

D.L. 11 novembre 2021

Legge di Bilancio 2022

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 29 marzo 2024, n. 39